A scuola di vela per superare il disagio!

barca-vela

A Livorno i livelli di abbandono scolastico per i ragazzi tra i 13 ed i 16 anni sono altissimi e alcune serie misure andavano prese per cercare di ridare a questi giovani la gioia di vivere e di socializzare. Il mare toscano e una barca a vela di nome Raj l’hanno fatta da padrone in questo progetto di recupero dei giovani difficili della città. Sei giovani tra i 13 ed i 16 anni aderiranno all’iniziativa Invertiamo la rotta, Limite acque sicure, un progetto partocinato dal Comune da Livorno e promosso da Matti per la vela onlus.

Il mare, i suoi profumi e i suoi segreti potrebbero compiere il miracolo: risvegliare la voglia di questi giovani nel credere in un roseo futuro. Attraverso iniziative in mare, apprendimento di lavori cantieristici, di tecniche di navigazione e di lavori di gruppo, questi giovani livornesi potranno riprendere in mano la loro vita ed imparare, perché no, anche un mestiere, anziché continuare un percorso di studi insoddisfacente!

Il capitano Matteo Aria insegnerà a questi ragazzi i pericoli e le gioie del mare e tutte le tecniche di navigazione più all’avanguardia. Il periodo di training avrà una durata triennale, ma alla sua conclusione i ragazzi potranno continuare ad essere seguiti e sostenuti con incentivi e nuovi progetti di lavoro.

Un’azione finalmente efficace per ovviare all’assenza di stimoli che porta spesso le giovani generazioni a scegliere la delinquenza o il consumo di stupefacenti. Trovare nel mare gli stimoli necessari per andare avanti e per credere nella possibilità di costruirsi una vita soddisfacente sembra davvero un’idea geniale e probabilmente funzionante! Invertire la rotta della propria vita forse sarà possibile, se ci crederanno seriamente, per questi sei ragazzi fortunati che per tre anni vivranno a stretto contatto con onde e brezze marine!