Che nome dare alla figlia? Ci pensa Facebook!

facebook-like-buton(1)

E’ successo anche questo e anche se la storia, a primo acchito, appare davvero assurda, è accaduta veramente. Pensate che i social network attraggano solo voi, ragazzi? Credete che la Facebook mania contagi solo i vostri coetanei? Beh, vi sbagliate! E tremate, perché anche i vostri genitori potrebbero venir ispirati in qualche modo dal social network più cliccato al mondo.

Di cosa stiamo parlando? Ve lo spiego subito. A Israele, una coppia di genitori, Lior e Vardet Adler, hanno dato alla luce un bebè e fin qui, nulla di sconvolgente. Ma indovinate che nome hanno dato alla piccola? Like! Sì, avete capito bene… L’hanno chiamata come il bottone utilizzato per esprimere la propria preferenza nei confronti dei post di Facebook!

Quindi, addio eroine di romanzi i cui nomi vengono scelti dalle madri per i loro valori morali che potrebbero reincarnarsi nella figlia. Addio padri che chiamano i propri figli come qualche leggendario condottiero della storia, sperando che possano primeggiare nella vita. Oggi, la moda in genere e anche quella dei nomi la detta Facebook. Il potere di Internet ha soppiantato di gran lunga quello esercitato da qualsiasi altra fonte di ispirazione. E dimenticavo di dirvi che, prima di battezzare con tale inusuale nome la loro figlia, i coniugi israeliani si sono accertati che nel paese nessuno ci avesse già pensato. Certo, è la prima cosa che viene in mente…

In ogni caso, i coniugi sono felici, perché, a detta loro, questo nome significa amore. La coppia, però, non ha risparmiato neanche ai fratelli di Like questo supplizio: pensate che i loro nomi, tradotti in italiano, significano, rispettivamente pasticcio e miele, in onore della passione culinaria della madre!

Inutile e banale dire che il padre ha subito messo la bella notizia in bacheca, accompagnata dalle foto della nascitura! Chissà se avrà ricevuto tanti Mi piace!