Come lasciare il proprio ragazzo?

44397

Lasciare il proprio ragazzo non è mai cosa facile, specialmente se il rapporto s’incrina dopo molti anni. Ovvio, non stiamo parlando di un flirt estivo mordi e fuggi, ma di un rapporto serio, con tanto di presentazioni ai genitori. In effetti, chiudere con una persona implica anche il chiudere con tutta la famiglia. Implica il rinchiudere tutti i bei ricordi in un cassetto e ricominciare a vivere, scrivendo una nuova pagina. Non è facile, lo so. Anche perché, solitamente, si esce con amici in comune che si defilano nel momento in cui una coppia di sfascia. Il rischio di rimanere da soli è molto alto. E’ anche per questo che consiglio sempre di non snobbare gli amici una volta che ci si fidanza; di continuare a coltivare le vere amicizie, perché, in teoria, quelle dovrebbero resistere a tutte le prossime rotture sentimentali!

Ci si può accorgere di non amare più come prima il proprio ragazzo oppure che la distanza caratteriale è divenuta troppo marcata. Che fare? Prima di tutto, non lasciare che la situazione vada avanti per inerzia, ma affronta subito il problema col tuo ragazzo. Parlare civilmente è sempre la soluzione migliore. Può succedere, però, che i punti di vista siano così discordanti da impedire un qualsiasi punto d’incontro. In questo caso, è bene prendere strade diverse. Può succedere, infatti, che due persone cambino nel corso del tempo e non riescano più a trovarsi, a ritrovare quella sintonia iniziale che dava loro serenità. E se un rapporto non vi dona serenità non merita di essere portato avanti. Evitate, comunque, di lasciarvi via mail, sms o facebook. Qualunque sia il motivo della rottura una chiacchierata civile, a quattr’occhi, è sempre il modo migliore per concludere un rapporto!

44397