Come studiare all’università?

Handsome pensive young man studying on a stack of books on table.

Credo che ogni studente di qualsiasi ateneo italiano si sia chiesto almeno una volta: Come si deve studiare all’Università? Esiste un metodo corretto? E’ giusto effettuare una pianificazione?

Indubbiamente il carico di studio all’Università è molto superiore rispetto a quello delle scuole superiori. Gli esami prevedono molti libri da leggere, saggi, studi e di certo non si può studiare tutto all’ultimo se si vuole sopravvivere in questa giungla.

Per esperienza, per gli esami da 10 o 11 crediti credo sia opportuno iniziare a preparare l’occorrente per lo studio già dieci o quindici giorni prima dell’esame. Se ci sono molti libri da leggere, occorre partire da quelli, per comprendere perfettamente l’argomento di cui si tratta e, solo dopo, passare ai saggi e agli studi, che, solitamente, fungono da approfondimenti!

I testi esplicativi, dopo un’attenta lettura, dovrebbero essere riassunti, di modo da concentrarsi poi solo sulle parti fondamentali! I saggi possono essere sottolineati, ma soprattutto capiti! Ovviamente, imparare a memoria non serve a nulla, perché i professori esigono giustamente collegamenti e riferimenti tra i testi oggetto di studio e, perciò, un filo logico nello studio deve essere seguito.

Per quanto riguarda la vita universitaria, ritengo sia molto importante, ove possibile, frequentare le lezioni. Prendere appunti è il modo migliore per, innanzitutto, comprendere quali sono gli argomenti che i professori prediligono e, secondariamente, evitare magari un carico troppo pesante di studio, spesso assegnato ai non frequentanti.

Ecco una lista di procedure da seguire per un corretto studio universitario:

  1. Prendere appunti
  2. Munirsi di tutti i testi, nessuno escluso, o altrimenti sarà proprio quello mancante l’oggetto dell’interrogazione!
  3. Fare i riassunti dei testi fondamentali
  4. Capire a fondo i saggi di approfondimento
  5. Non imparare a pappagallo, ma cercare di capire il senso generale della questione
  6. Ripetere ad alta voce può essere molto utile per un’esposizione più brillante

Bene, adesso, potete fare un bel respiro ed entrare all’esame! In bocca al lupo!