Emma Marrone Sanremo 2012: Non è l’Inferno, il Testo della canzone ed il video

emma-marrone-scarpe

Emma Marrone, stavolta, non parla solo d’amore ed esce dal circuito commerciale delle canzonette con tanti soli, cuori ed amori, parole estremamente vuote! No, stavolta, Emma usa la sua voce e la sua comunicatività per lanciare un messaggio ai governanti ed ai potenti; un grido di dolore, ma anche di speranza, dai giovani, rivolto a chi dovrebbe governarci e garantirci il modo di pagarci il pane quotidiano!

Emma arriva dritta al cuore, con la sua voce forte e graffiante e potrebbe davvero conquistarsi la statuetta di Sanremo, visto che, l’anno scorso, Roberto Vecchioni, era stato davvero un maestro nel coniugare musica e parole, per far arrivare all’umanità il suo messaggio!

Per Emma conta ancora l’amore per il proprio paese, sebbene questo non ci porti ad arrivare a fine mese. La canzone è un’amara constatazione della difficoltà quotidiana dei giovani italiani che non riescono a costruirsi una famiglia e che lottano ogni giorno con il caro vita, con poca attenzione per le bagarres politiche, senza significato. Non comprendo com’è possibile pensare che sia più facile morire. Bisogna morire per arrivare a fine mese o morire nell’indifferenza generale, mentre il mondo va avanti e quelli che sono considerati problemi piccoli ed insignificanti, dai governanti, diventano fardelli che distruggono l’anima ed il cuore delle persone, sino al loro ultimo giorno?

Incredulità di fronte alla poca comprensione dei potenti per i dolori umani e materiali, per le piccole storie di dolore di ogni giorno ed un grido di speranza che Emma spera arrivi lassù, alle orecchie di chi può far qualcosa per cambiare il paese oppure dritto al cielo, nella speranza di un intervento divino che cancelli l’ingiustizia, tutta umana!

Eccovi il testo di Non è L’Inferno! Qual è il messaggio che queste parole vi trasmettono? E preferite la Emma sentimentale oppure quella umanitaria?

Non è l’inferno

Ho… dato la vita e il sangue per il mio
paese e mi ritrovo a non tirare a fine mese,
in mano a Dio le sue preghiere
Ho… giurato fede mentre diventavo padre
due guerre senza garanzia di ritornare, solo
medaglie per l’onore
Se qualcuno sente queste semplici parole,
parlo per tutte quelle povere persone che
ancora credono nel bene…
Se tu hai coscienza guidi e credi nel
paese dimmi cosa devo fare per pagarmi
da mangiare, per pagarmi dove stare,
dimmi che cosa devo fare.

No, questo no, non è l’inferno ma non
comprendo com’è possibile pensare che
sia più facile morire
No, non lo pretendo ma ho ancora il sogno
che tu mi ascolti e non rimangano parole

Ho… pensato a questo invito non per
compassione ma per guardarla in faccia e
farle assaporare un po’ di vino e un poco di
mangiare
Se sapesse che fatica ho fatto per parlare
con mio figlio che a 30 anni teme il sogno
di sposarsi e la natura di diventare padre
Se sapesse quanto sia difficile il pensiero
che per un giorno di lavoro c’è chi ha
ancora più diritti di chi ha creduto nel
paese del futuro

No questo no, non è l’inferno ma non
comprendo com’è possibile pensare che
sia più facile morire
Io no, non lo pretendo ma ho ancora il
sogno che tu mi ascolti e non rimangano
parole,

Non rimangano parole…
Com’è possbile pensare che sia più facile
morire
Io no, non lo pretendo ma ho ancora il
sogno che non rimangano parole
Non rimangano parole, non rimangano
parole.

httpv://www.youtube.com/watch?v=sH86V8vu1zE