Giocattoli Natale 2011: e se fossero anche ecologici?

1

Spesso, per far contenti i propri figli, si bada al marchio, al personaggio, dimenticando totalmente le norme che vigono nell’ambito ludico. Dimenticando che il primo regalo da fare ai nostri figli è una vita in salute. Perciò, acquistando un giocattolo dovremmo, innanzitutto, stare attenti a se contenga o meno la marchiatura CE, che garantisce l’idoneità del prodotto alla normativa europea in ambito ludico! Dopodiché, dovremmo comprendere se il prodotto contenga o meno delle sostanze tossiche. Dipende dall’età del nostro bambino, ma per i giocattoli destinati ai bambini di età inferiore ai sei anni, queste procedure sono di vitale importanza, visto che essi tendono a mettere tutto in bocca. Dunque, sicurezza e naturalezza del prodotto!

Se vogliamo andare sul sicuro, soprattutto per quanto riguarda i giochi per la prima infanzia, la nostra scelta può ricadere sui giochi in legno ecocompatibili, creati con materiali provenienti da luoghi sicuri e selezionati, senza alcun danno ecologico per la nostra madre terra! Questi giochi rispettano l’ecosistema e la salute del piccolo, in quanto sono accattivanti, ma non grazie all’ausilio di terribili coloranti tossici, bensì, unicamente per prodotti atossici, che non tolgono, però, al bambino il piacere di maneggiare un oggetto magnetico e colorato!

Ciò non significa che le grandi marche non propongano giochi divertenti ed ispiratosi ai personaggi più in voga al momento, ma con uno sguardo attento anche alla sicurezza ed alla salute dei più piccoli. Però, acquistare un gioco, costruito con un legno sano e non sradicato da foreste vitali per il nostro pianeta, forse, non ha davvero prezzo! Magari, così, facciamo un regalo all’intera umanità, oltre che badare alla salute dei nostri figli, un elementi primario, direi!