Maturità 2012 Prima Prova Toto Tracce: un buco nell’acqua come sempre?

ragazza-riflette

E’ tempo d’esami e, dunque, anche di speculazioni, toto-tracce e ghiotte scommesse su chi saranno i protagonisti letterari della prima prova della Maturità di quest’anno, coloro che usciranno il 20 giugno prossimo dalle buste sigillatissime che gli studenti fisseranno con timore!

Le previsioni solitamente vengono disattese. Ma ciò non vuol dire che non si possano fare alcuni calcoli, indicando gli autori che, già da molti anni, sono in sordina, in attesa di venir ripescati nell’eterogeneo calderone letterario e culturale italiano!

Quest’anno, tre nomi altisonanti la fanno da padrone e sono: Giovanni Pascoli, Gabriele D’Annunzio e Primo Levi!

Giovanni Pascoli: l’autore malinconico, dall’infanzia strettamente connessa ad una visione mortifera, ma lieta di speranza, grazie ad un fanciullino ancor vivo nel cuore, è tra gli autori più importanti della letteratura italiana. Quest’anno ricorre il centenario della sua morte, dunque, occhio a campi, case, chiese e siepi! Il suo simbolismo è marcato e perciò semplice! Impossibile non riscontrarlo nella poetica!

Gabriele D’Annunzio: il prolisso autore non resta particolarmente simpatico agli studenti, tuttavia nessuno può negare la sua influenza sulla narrativa decadentista. La sua poesia procede dal simbolismo, per raggiungere il superomismo, egocentrica forza strumentalizzata politicamente. Superbo e pieno di sé, D’Annunzio ha sedotto con le parole. Meglio ripassarlo per non rischiare di renderci questa figura ancor più antipatica, negli anni avvenire!

Primo Levi: egli è indubbiamente una figura importantissima del secondo novecento. E’ la sua personale esperienza della deportazione nazista, successivamente raccontata su carta nel libro toccante, seppur semplice, Se Questo E’ Un Uomo ad esser rimasta impressa nella storia della letteratura. Egli è scampato dall’orrore degli orrori ed ha potuto raccontare ciò che milioni di ebrei hanno sofferto, senza poter lasciare i loro diari ai posteri. Primo Levi e l’analisi dei suoi testi può essere un tramite per discutere del terribile sterminio nazista e dei freddi inverni di Auschwitz, di un capitolo della storia, insomma, che angoscia e colpisce e proprio per questo merita approfondimento!

Passando alle tracce riguardanti tematiche attuali, c’è solo l’imbarazzo della scelta! Molto quotata è la scomparsa del Guru Apple, Steve Jobs, con le conseguenze economiche di sorta, ma va per la maggiore anche il matrimonio reale tra Kate Middleton ed il Principe William (sebbene io lo trovi improbabile). Probabile anche una traccia sulla scomparsa della rock-star Amy Winehouse, da legarsi ai danni dell’alcol sull’organismo umano. E perché no, potreste trovarvi anche alle prese con una traccia sui sessant’anni di Regno della longeva Elisabetta II d’Inghilterra! Non dimenticate il tema sismico, col terremoto del Giappone dell’anno scorso che potrebbe essere legato agli eventi sismici, di grave entità, che stanno ancora sconvolgendo la penisola italiana! Spazio, in campo economico-finanziario, al decennale dalla Nascita dell’Euro, con tutte le implicazioni attuali sull’Ue, crisi compresa.

Le previsioni ci avranno azzeccato, stavolta? Oppure ci dovremmo rassegnare all’imprevedibilità del Miur?