Sedentarietà crescente tra i bambini, lo rivela uno studio dell’Ipsos

obesita_infantile_19112010

Uno studio Ipsos per Save The Children, in collaborazione con Kraft Foods Italia ha delineato un quadro quantomai allarmante sullo stile di vita dei bambini italiani e, direi, anche degli stessi genitori. Sedentarietà, rifiuto dello sport, maggioranza del tempo passato in casa e anche denuncia agli spazi pubblici sono alcuni dei dati più importanti emersi dal rilevamento che ha coinvolto settecento ragazzi dai 6 ai 17 anni di tutta Italia.

Perché il quadro giovanile è allarmante? In primo luogo lo è per la disinformazione crescente riguardante il sano sport. Aumenta l’obesità e, probabilmente, da questi dati è in crescita proprio perché la maggior parte dei ragazzi non fa sport! Lo imputano a strutture sportive inadeguate e spesso troppo costose e addirittura neanche la scuola permette ai ragazzi di svolgere correttamente un po di benefica attività fisica. Anche qui le attrezzature sono scadenti e fatiscenti. Uno spaccato di Italia davvero triste…

I giovani non amano neanche passeggiare all’aria aperta e, probabilmente, è colpa anche dei genitori che, sempre più indaffarati possono lasciarli in compagnia della tv sino a tre ore continuative, non preoccupandosi minimamente dei contenuti che possono visualizzare!

Genitori disattenti, ma ansiosi. I ragazzi passano poco tempo all’aperto anche perché i genitori temono per la loro incolumità; hanno paura che incontrino malintenzionati o che possa accadere loro qualche incidente. Peccato che non si possa crescere i figli con la paura! Molto meglio, allora, accompagnarli in auto ovunque, evitando che facciano movimento o che raggiungano casa dei loro amichetti in bici o a piedi!

E il passatempo preferito dalla maggioranza dei giovani qual’è secondo voi? Rinchiudersi nei centri commerciali! Bisogna far riscoprire ai ragazzi il piacere e il benessere che si ricava dallo stare all’aria aperta!